Home >> Attualità >> News >> Campagna “Ero straniero”: depositate oggi alla Camera più firme del necessario

Campagna “Ero straniero”: depositate oggi alla Camera più firme del necessario

Alla scadenza dei sei mesi prescritti, le firme raccolte dalla campagna “Ero straniero” a sostegno della legge di iniziativa popolare per una riforma delle politiche sull’immigrazione e il superamento della legge “Bossi-Fini” sono state più di 85 mila. E adesso, appuntamento all’inizio della prossima legislatura…

«L’ultimo conteggio ha sorpreso anche noi: sono oltre 85 mila i cittadini che hanno firmato la proposta di legge “Ero straniero“». Ma adesso «l’impegno si rinnova: nella prossima legislatura la prima legge assegnata alle commissioni competenti sarà questa».

Alla scadenza dei sei mesi previsti, la raccolta di sottoscrizioni a sostegno della legge di iniziativa popolare che propone una riforma delle politiche sull’immigrazione e il superamento della legge “Bossi-Fini” ha superato nettamente l’obiettivo delle 50 mila sottoscrizioni necessarie per portare la legge all’attenzione del Parlamento.

La campagna, promossa dai Radicali italiani con Emma Bonino, dalla Fondazione Casa della carità “Angelo Abriani”, ACLI, ARCI, ASGI, Centro Astalli, CNCA, A buon diritto e CILD con il sostegno di centinaia di sindaci, associazioni e organismi (fra cui la Fondazione Migrantes), ha visto oggi il deposito alla Camera degli elenchi con le firme raccolte.

Hanno dichiarato i promotori: «Un risultato straordinario, che si deve soprattutto alle centinaia di militanti, attivisti e volontari che hanno trascorso gli ultimi sei mesi a raccogliere le firme nelle strade e nelle piazze d’Italia, spiegando ai cittadini le nostre proposte per cambiare le politiche sull’immigrazione attraverso l’accoglienza, il lavoro e l’inclusione. In un dibattito pubblico dominato dalla paura e dalla demagogia, il successo della campagna non era affatto scontato. Con “Ero straniero”, invece, abbiamo unito realtà diverse, laiche e cattoliche, realizzando un’iniziativa popolare e plurale. Abbiamo dato voce al Paese che rifiuta la politica dei muri e crede che l’immigrazione possa essere un’opportunità. Grazie alle firme di decine di migliaia di cittadini abbiamo conquistato la possibilità di affermare nel Parlamento e nella società un racconto diverso sull’immigrazione e proporre soluzioni per governarla con regole certe: con legalità e umanità».

Collegamento

“Ero straniero” su Facebook

Vedi anche

Al via il master in Salute globale e migrazioni

In partenza nel 2018 a Roma un’interessante occasione di studio e approfondimento: l’Executive Master in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *