Rifugiati: «Terre senza promesse» – Corriere della Sera 19-10-2011 pag.10

CENTRO ASTALLI

Rifugiati: «Terre senza promesse»

Somalia, Eritrea, Etiopia: da questi paesi proviene la maggior parte delle persone che salpano dalla Libia per cercare asilo in Italia. Sbarcano sulle coste del nostro paese in condizioni disperate, e di loro non sappiamo molto, anzi nulla. L’ unica cosa che spesso pensiamo è che sono troppi. Ma adesso le loro vicende sono diventate un libro: «Terre senza promesse», storie di rifugiati in Italia (Avagliano editore), curato dal Centro Astalli, il servizio dei Gesuiti per i rifugiati. Verrà presentato questa mattina in Campidoglio (ore 10.30 sala della Protomoteca, piazza del Campidoglio 55) dal direttore di radio vaticana, padre Federico Lombardi, dal presidente del Pontificio collegio per i migranti monsignor Antonio Maria Vegliò e dalla scrittrice Melania Mazzucco che ha sottolineato come «le rotte delle migrazioni non sono a senso unico: sono strade aperte, segnate dalla fame, dalle guerre, dalla storia. La mèta di ieri è il punto di fuga di oggi». L’ attore Massimo Wertmuller reciterà alcuni brani tratti dal volume e vi sarà un intervento video dello scrittore Andrea Camilleri. Il Centro Astalli che da anni si impegna nel difficile compito di far conoscere chi sono i rifugiati in Italia, le loro storie e i motivi che li hanno portati fin qui. E con questo libro ha voluto dar voce ai racconti di dieci immigrati che vivono nel nostro paese, chiedendo in contemporanea a dieci esponenti della cultura italiana (Gad Lerner, Andrea Camilleri, Enzo Bianchi, Erri De Luca, Antonia Arslan, Giovanni Maria Bellu, Giulio Albanese, Amara Lakhous, Melania Mazzucco, Ascanio Celestini) di leggere un racconto e di commentarlo con un’ introduzione. Così, scorrendo le pagine di «Terre senza promesse», si sperimenta un interessante dialogo tra scrittori italiani e rifugiati. E come ha scritto Erri De Luca nella prefazione al racconto «Straniero in patria»: «Ragazzo la tua storia è vagabonda come il mondo. Tu sei l’ Africa da dove siamo partiti tutti e continuiamo a farlo. Sei l’ avanzo d’ innumerevoli caduti che in te proseguono il cammino. Benvenuto al peggio che ti offriamo». Lilli Garrone RIPRODUZIONE RISERVATA

Garrone Lilli

Pagina 10

(19 ottobre 2011) – Corriere della Sera

viaRifugiati: «Terre senza promesse».

 

a cura di Roberto Gramola

  Ultimo aggiornamento Martedì, 17 Gennaio 2012 12:15  

Lascia un commento


Bookmark and Share

Categorie

Archivio

Attualità

Cie: “90 giorni, un passo avanti verso l’abolizione”

L’art. 3 della Legge Europea 2013-bis, approvata definitivamente, porta da 18 mesi a 90 giorni il limite massimo per il “trattenimento” di un migrante nei Centri di identificazione ed espulsione. Quest’anno, nei pochi Cie rimasti aperti, da gennaio all’estate sono stati “trattenuti” oltre 2.100 migranti e ne sono stati rimpatriati poco più di mille.
24 Ottobre 2014

Non accompagnati richiedenti asilo: sempre di più in Europa

Fra i richiedenti asilo nel territorio dell’Unione Europea gli under 18 non accompagnati sono aumentati dal 3% al 4% circa negli ultimi sei mesi. In Italia ha analizzato l’accoglienza dei Msna nei comuni il V rapporto Anci-Cittalia.
24 Ottobre 2014

“Isolamente accogliente”: news dalla Sicilia

Viedifuga.org ospita il link di “Isolamente accogliente”, il nuovo progetto della Fondazione Migrantes. Nella presentazione di questa iniziativa di comunicazione e sensibilizzazione si legge: “si tratta di una finestra aperta per raccontare la realtà di una regione, la Sicilia, che a motivo della sua posizione geografica, è chiamata a svolgere un ruolo unico per quanto [...]
21 Ottobre 2014

La Germania: “Attenzione nell’espellere in Italia le ‘famiglie Dublino’”

Per la prima volta in quasi vent’anni, due sentenze della Corte costituzionale tedesca esprimono dubbi sull’espulsione verso “Paesi terzi sicuri”. In questione ci sono le carenze del sistema d’accoglienza italiano per quanto riguarda le famiglie con bambini piccoli soggette al “Regolamento di Dublino”.
17 Ottobre 2014

E’ uscito il nuovo numero di Africa e Mediterraneo

Sarà presentato il 13 ottobre, a Bologna (h 15.30 – Salone della Guardia della Prefettura di Bologna – via IV Novembre 24) il nuovo numero della rivista Africa e Mediterraneo, il cui dossier è dedicato al tema “L’Italia e il sistema europeo comune di asilo”, per riflettere sull’accoglienza e la protezione dei richiedenti asilo, un [...]
09 Ottobre 2014

Easo: richiedenti asilo ucraini, più 32% in un mese

Pubblicati dall’Ufficio europeo della Valletta i primi dati mensili per l’Ue che coprono buona parte della scorsa estate. Nel territorio dell’”UE+”, nell’ultimo mese preso in esame i richiedenti asilo di tutte le nazionalità sono stati poco meno di 60 mila. Per la prima volta dall’inizio della crisi in Ucraina, i richiedenti protezione nella vicina Polonia [...]
08 Ottobre 2014

IX Rapporto “Italiani nel mondo”

Martedì 7 ottobre 2014, ore 10.00 presso l’Auditorium “V. Bachelet” , The Church Palace – Domus Mariae di  via Aurelia 481, si tiene la presentazione del IX Rapporto Italiani nel Mondo 2014. Si tratta di un’opera corposa che contiene 47 approfondimenti elaborati da 55 autori dall’Italia e dall’estero ed è uno strumento culturale che si [...]
05 Ottobre 2014

Mediterraneo, la frontiera più letale del mondo

 «Sento cose che non si possono dire perché non si trovano le parole per dirle…»: papa Bergoglio, 1° ottobre 2014 in Vaticano, alla delegazione di superstiti e familiari del naufragio del 3 ottobre 2013 nelle acque di Lampedusa: 368 morti accertati fra migranti e potenziali richiedenti asilo, più una ventina di dispersi…
03 Ottobre 2014
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Leggi gli articoli in altri modi:

oppure
Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere la newsletter: