Eurostat e la mappa del “mondo in fuga” verso l’Europa/ 1

Escono (in ritardo) i dati Eurostat sulle richieste d’asilo nei 27 Paesi dell’Ue aggiornati al secondo trimestre 2011. In drammatico aumento le richieste dall’Afghanistan, dalla Siria, dalla Nigeria, dal Ghana, dall’Eritrea, dal Mali e dalla Costa d’Avorio, ma anche dall’Armenia e dalla Macedonia.

Con insolito ritardo, Eurostat ha aggiornato le statistiche trimestrali sulle richieste d’asilo nell’Unione Europea, pubblicando i dati relativi al secondo trimestre 2011 (le  prime stime relative al periodo erano state pubblicate dell’Unhcr lo scorso ottobre…). Al momento, si tratta tuttavia delle cifre più aggiornate, dettagliate e di fonte migliore disponibili per i 27 Paesi Ue.

Nei primi sei mesi del 2011 hanno presentato domanda d’asilo nei confini dell’Unione oltre 134.800 persone, 68.900 delle quali nel solo secondo trimestre dell’anno, con un incremento del 4% rispetto al primo trimestre, ma addirittura del 23% rispetto al secondo trimestre del 2010 (12.800 richiedenti asilo in più).

La cronaca e altre statistiche (di fonte governativa e della Protezione civile) hanno già fatto invecchiare da tempo queste cifre per quanto riguarda i flussi di profughi dalla Libia e dalla Tunisia verso l’Italia (e verso Malta). Vale la pena di precisare che in Italia nel primo semestre 2011 hanno chiesto asilo in tutto 10.900 persone.  Ma anche che Malta nel secondo trimestre 2011 ha ricevuto un numero di richieste pari ad oltre 60 volte quelle ricevute nel primo trimestre 2010 (quasi 1.600 contro poche decine), arrivando a 3.820 richiedenti asilo per milione di abitanti, contro i 115 per milione registrati in Italia. 

Ma per quanto riguarda altri contesti regionali, nel secondo trimestre 2011 rispetto al corrispondente periodo del 2010 si sono registrati drastici aumenti anche fra i richiedenti asilo fuggiti dall’Afghanistan (+ 51%), dal Pakistan (+ 48%) e dal Bangladesh (+ 44%); dalla Siria (+ 34%); dalla Nigeria (+ 68%), dal Ghana (+ 163%), dal Sudan (+ 36%), dall’Eritrea (+ 57%), dal Mali (+169%) e dalla Costa d’Avorio (addirittura + 360%); infine dall’Armenia (+ 90%) e dalla Macedonia (+ 193%).

La serie Eurostat aggiornata al terzo trimestre 2011 è attesa nelle prossime settimane.

  Ultimo aggiornamento Mercoledì, 15 Febbraio 2012 22:18  
Tag:  , ,

Lascia un commento


Bookmark and Share

Categorie

Archivio

Attualità

“Piano operativo nazionale”: il testo e i primi commenti

Al centro del Piano, concordato nei giorni scorsi in Conferenza unificata, c’è la presa d’atto della necessità di un unico sistema di accoglienza su tre fasi/livelli: il soccorso, la prima accoglienza-”qualificazione” e la seconda accoglienza-integrazione.
17 Luglio 2014

Gli Ekhtelaf: “Patria, rispondi: che ne sarà della nostra generazione?”

Su Vie di fuga il videoclip “Bazicheh”, realizzato a ritmo di rap da tre giovani rifugiati afghani e presentato a “Trieste on sight 2014″.
16 Luglio 2014

Bazicheh

Bazicheh – gruppo Ekhtelaf – Singolo, videoclip – 3′ 40″ – Little Paris Production in collaborazione con Ics – Italia 2014
10 Luglio 2014

Aggiornamenti mensili Easo: più 10% di domande d’asilo nell’Ue

A maggio i richiedenti fuggiti dall’Eritrea, quasi raddoppiati rispetto ad aprile, hanno superato per la prima volta la provenienza dai sei Paesi dell’area del Balcani occidentali. Ma intanto peggiora la situazione in Ucraina: dall’inizio dell’anno sono 54.000 gli sfollati interni e 14.000 i richiedenti asilo all’estero.
09 Luglio 2014

Dopo il mare, il lago: il mondo (e una buona accoglienza) a Verbania

* a cura di Jacopo Baron – resoconto di Giulia Botti (ass. Non Solo Aiuto) Di recente Vie di fuga ha proposto, tramite le testimonianze di Inno e Richie, due storie di “accoglienza mancata” che fanno riferimento alla cosiddetta “emergenza Nordafrica”, cioè l’aumento del flusso di richiedenti asilo e migranti seguito alle insurrezioni  sviluppatesi nel [...]
07 Luglio 2014

Non accompagnati: già 6.000 quelli arrivati in questi mesi. L’appello di Ong e associazioni

Per la prima volta l’AIBI, Amnesty International, la Caritas Italiana, la Fondazione Migrantes, il Centro Astalli, il CIR, il CNCA, Save the Children, Intersos, Emergency, la Comunità di Sant’Egidio e Terre des Hommes rivolgono insieme un appello al governo Renzi e al Parlamento italiano per «far fronte alle condizioni critiche e inadeguate di accoglienza e [...]
02 Luglio 2014

UNHCR: una proposta di riforma in 10 punti

L’UNHCR per la Giornata mondiale del Rifugiato, celebrata il 20 giugno scorso, ha lanciato un documento contenente 10 proposte di riforma. L’idea di fondo è strutturare un piano sull’asilo per cui governo, enti territoriali, società civile e rifugiati pianifichino insieme le attività, allo scopo di superare il sistema dei grandi centri e puntare alla valorizzazione [...]
01 Luglio 2014

Europasilo organizza la Summer School 2014

Si terrà dal 10 al 12 luglio a Borgo San Lorenzo (Firenze) la “Summer School 2014″ della rete Europasilo, aperta ai referenti e agli operatori dei progetti SPRAR. I lavori di questa iniziativa di incontro-confronto (nella quale la formazione sarà gratuita) ruoteranno attorno al tema “Come progettare un sistema integrato di accoglienza e protezione”.
30 Giugno 2014
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Leggi gli articoli in altri modi:

oppure
Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere la newsletter: