“Gente di Dublino”: quando i diritti passano per uno spot

«Cerchi asilo?», «Conosci Dublino… e i tuoi diritti?». Al via la campagna di comunicazione del Cir sul Regolamento Dublino II. Nei giorni scorsi è stato proiettato un primo spot nella rete della società Centostazioni.

«Caso 1: Hai presentato richiesta di asilo in Italia ma lo Stato competente per l’esame della tua domanda è un altro». « Come avviene il trasferimento?». «Cosa puoi fare se non sei d’accordo con la decisione di trasferimento dall’Italia verso un altro Paese?». «Caso 2: Hai presentato richiesta di asilo in un Paese europeo, ma il Paese competente ad esaminare la tua domanda di asilo è l’Italia…». Così i link alla voce “Dublino nella pratica” sul sito Internet della campagna “Gente di Dublino”, lanciata dal Cir (Consiglio italiano per i rifugiati) in queste settimane.

Questo progetto di comunicazione è cofinanziato dall’Unione Europea e dal Ministero dell’Interno, viene gestito dal Cir in collaborazione con Europe Consulting e con l’Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni Europee (Aiccre) e ha l’obiettivo di fornire un’informazione capillare sul Regolamento Dublino II e sulla sua concreta applicazione.

Nei giorni scorsi, dal 15 aprile a ieri, il 21, nella rete della società Centostazioni (la società per la riqualificazione di 103 stazioni ferroviarie) è stato proiettato uno spot essenziale di 30 secondi: in dissolvenza si succedono le immagini di un dito, di impronte digitali,  le scritte «Cerchi asilo?», «Conosci Dublino?», «… e i tuoi diritti?». Poi è la volta di una mano aperta con una scritta tatuata, «Choose the right way. Let us help you», e infine viene indicato il sito Internet della campagna.

Un video più articolato di 7 minuti che contiene anche le testimonianze di due rifugiati, un uomo e una donna,  sarà invece proiettato all’interno dei Centri di accoglienza per richiedenti asilo.

Collegamento

Il sito Internet della campagna “Gente di Dublino”

Vedi anche

Il  “dossier” di Vie di fuga sul regolamento Dublino II

 

  Ultimo aggiornamento Domenica, 22 Aprile 2012 22:16  

Lascia un commento


Bookmark and Share

Categorie

Archivio

Attualità

Rapporto sulla protezione 2014/ 3: on line la versione integrale

Il “Rapporto sulla protezione internazionale in Italia 2014″ offre, per la prima volta nel nostro Paese, tutto il necessario per approfondire nella sua attualità un argomento che, forse mai come in queste settimane, è al centro di dibattiti ed equivoci, “colposi” o “dolosi” che siano.
20 Novembre 2014

Rapporto sulla protezione 2014/ 2: apolidi e tratta delle persone, due focus sui “vulnerabili”

Il “Rapporto sulla protezione internazionale in Italia 2014″ presentato oggi a Roma dedica due focus ad altrettante categorie di “soggetti vulnerabili”: gli apolidi e le vittime di tratta, le cui condizioni si intrecciano sempre più di frequente con quelle dei rifugiati e richiedenti asilo. Solo 12 Paesi al mondo hanno adottato una procedura per il riconoscimento [...]
17 Novembre 2014

Rapporto sulla protezione 2014/ 1: “Vogliamo un sistema unico d’accoglienza”, chiedono Migrantes, Anci, Caritas, Cittalia e Sprar

Anci, Caritas, Cittalia, Migrantes e Servizio centrale dello Sprar presentano in queste ore a Roma, in collaborazione con l’Unhcr, il “Rapporto sulla protezione internazionale in Italia 2014″. L’obiettivo è contribuire alla realizzazione di un «sistema unico di accoglienza e protezione dei richiedenti asilo e dei rifugiati» nel nostro Paese. Fra le “raccomandazioni” del “Rapporto”: sono necessarie linee guida europee [...]
17 Novembre 2014

Protezione internazionale in Italia, esce il primo Rapporto

Sarà presentato lunedì 17 novembre a Roma il primo “Rapporto sulla protezione internazionale in Italia”, frutto di un inedito lavoro d’équipe che ha coinvolto le più importanti realtà nazionali impegnate nel settore.
13 Novembre 2014

“Ue +”: quasi 71.000 richieste d’asilo in un mese

Nel mese di settembre i richiedenti asilo nei 30 Paesi dell’“Ue +” sono stati oltre 70.600. Quasi uno su quattro (17.100) sono siriani.
13 Novembre 2014

Scegliere di accogliere: seminario di studi a Torino

Accogliere i rifugiati ha diversi significati: atto di giustizia sociale, scelta politica ed etica, azione individuale, ma, senza dubbio, è un momento della vita sociale che necessita di riflessione, competenza e metodo. Per questo è necessario che i soggetti a diverso titolo coinvolti in azioni di accoglienza si possano incontrare e confrontare tra loro e [...]
11 Novembre 2014

Operatori e rifugiati: la relazione e le sue “trappole”

I risultati della ricerca-azione collegata al Laboratorio multidisciplinare 2013-2014 sul diritto d’asilo dell’Università di Torino e del coordinamento Non solo asilo. Alla base dell’indagine, le testimonianze di 18 operatori e 19 interviste in profondità a rifugiati e richiedenti asilo.
11 Novembre 2014

Domande d’asilo (e dinieghi) in crescita

Sono più di 54.000 i richiedenti asilo registrati in Italia da gennaio a ottobre 2014: si sono fatti più numerosi di mese in mese. Ma l’ultimo periodo ha visto in crescita anche i dinieghi alle domande di protezione, che hanno raggiunto il 48% di tutte le richieste d’asilo esaminate a ottobre.
04 Novembre 2014
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Leggi gli articoli in altri modi:

oppure
Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere la newsletter: