Home >> Tutore anch'io >> Cosenza, al via il corso tutori della Diocesi e del Centro Mediterraneo La Pira

Cosenza, al via il corso tutori della Diocesi e del Centro Mediterraneo La Pira

L’iniziativa, frutto di una convenzione fra il Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza e la Diocesi calabrese, si svolgerà dal 16 febbraio al 24 marzo.

Foto Centro mediterraneo La Pira 2018.

Otto incontri per un totale di 30 ore suddivise in tre moduli, fenomenologico, giuridico e psico-socio-sanitario: inizia il prossimo venerdì 16 febbraio, a Cosenza, un corso per la sensibilizzazione, la formazione e la costituzione di una rete di tutori volontari per minori stranieri non accompagnati (MSNA).

L’iniziativa, che si concluderà il 24 marzo, è frutto di una convenzione tra il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Calabria e la Diocesi di Cosenza-Bisignano stipulata nel dicembre 2017. Ed è organizzata, nell’ambito di un bando pubblico del Garante infanzia regionale senza scadenza, dall’Ufficio Migrantes diocesano e dal Centro mediterraneo Giorgio La Pira con la collaborazione dell’ASGI e della Fondazione Migrantes e il sostegno della CEI attraverso la Campagna “Liberi di partire, liberi di restare”.

Nell’ottobre 2017 l’Ufficio Migrantes cosentino aveva già promosso il seminario “Migranti minorenni: vulnerabili e senza voce: i minori stranieri non accompagnati nel nuovo contesto normativo”. E nell’introduzione ai lavori Pino Fabiano, direttore dell’Ufficio, aveva espresso la volontà, da parte di questo organismo, di avviare un’attività di sensibilizzazione sul territorio circa il tema dei MSNA.

Il Centro mediterraneo La Pira di Pozzallo (Ragusa), «centro di studi e formazione a favore dei richiedenti asilo e dei rifugiati» e ormai un punto di riferimento non solo in Sicilia, quest’anno ha già tenuto un corso per tutori di MSNA fra il 25 e il 28 gennaio a Catania per conto del Garante per l’infanzia regionale dell’isola.

Vedi anche

Selezione tutori, le Marche fanno il bis

Un nuovo “avviso” del Garante regionale dei diritti dei bambini e degli adulti stabilisce che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *