Home >> Giovanni Godio (page 3)

Giovanni Godio

Montanari per forza: l’accoglienza delle terre alte

Sono quasi 51 mila i richiedenti asilo e rifugiati accolti in zone di montagna nel 2016: i dati e le buone pratiche della ricerca “Montanari per forza” dell’associazione Dislivelli, di prossima pubblicazione.

Continua a leggere »

Libia/2: “Noi, ritornati dal mercato degli schiavi”

La disastrosa situazione umanitaria dei rifugiati, migranti e sfollati interni in Libia, il Paese al centro delle iniziative diplomatiche italiane che mirano a contenere sulle sue coste e sui suoi confini meridionali la “rotta” migratoria verso il Canale di Sicilia (vedi i risultati del vertice di ieri del ministro dell’Interno Minniti con i colleghi di Libia, Niger e Ciad e …

Continua a leggere »

Libia: “Sarraj è vostro, non nostro”

La vicenda di uno dei pochi rifugiati libici in Italia. Appartiene a una delle minoranze del Sud desertico, è stato un militare, ha mantenuto i contatti con la famiglia. Nella sua testimonianza, la guerra del 2011, la fuga, e un giudizio sulla situazione del suo Paese oggi.

Continua a leggere »

Esiti delle richieste d’asilo: se l’Italia all’incontrario va

I dati Eurostat sugli esiti delle richieste d’asilo nell’UE, disaggregati per Paese d’accoglienza, certificano per l’ultimo quadriennio 2013-2016 un trend di decisioni positive nel territorio dell’Unione Europea diametralmente opposto a quello registrato in Italia: da un lato, una proporzione di decisioni positive in crescita in Europa, dall’altro una progressiva erosione nella Penisola.

Continua a leggere »

Richiedenti asilo nell’UE, è giro di vite sulle decisioni

Tornano a crescere, per la prima volta dall’estate 2016, i richiedenti asilo nell’UE: i dati EASO di marzo per l'”UE+” riportano un aumento del 14% rispetto a febbraio. Ma intanto il primo trimestre del 2017 ha visto un crollo delle decisioni positive in prima istanza rispetto all’anno scorso: dal 57% al 43%.

Continua a leggere »

Regolamento Dublino, i costi umani e l’inefficienza alla prova dei dati europei

Mentre le istituzioni dell’UE conducono complesse trattative per la “quarta generazione” del regolamento Dublino, i dati 2016 confermano che il “Dublino III” è un colosso burocratico dai pesanti costi umani, amministrativi e finanziari, sia per le persone coinvolte che per le autorità nazionali, con effetti minimi sulla regolazione dei movimenti di richiedenti asilo in Europa. Intanto, di Dublino si può …

Continua a leggere »

Regolamento Dublino, lavori in corso/ 2: superare il principio del primo Paese di arrivo si può. Ecco come

Gli emendamenti di riforma del regolamento Dublino messi a punto dall’ASGI e dall’Osservatorio  sul diritto europeo dell’immigrazione dell’Università di Pisa (sostenuti dal Tavolo nazionale asilo) propongono il superamento del principio del primo Paese d’arrivo con una serie di misure più rispettose, da un lato, dei diritti delle persone e, dall’altro, dei principi di solidarietà ed equa distribuzione di responsabilità fra …

Continua a leggere »

Regolamento Dublino, lavori in corso. Con le proposte della società civile

Il Parlamento Europeo sta affrontando la “riforma” del regolamento Dublino III, avviata nel 2016 con la presentazione di una discussa proposta della Commissione Juncker. A marzo è arrivata a Strasburgo una qualificata proposta italiana. Sul tappeto, numerose questioni “tecniche” che avranno però importanti ricadute su migliaia e migliaia di richiedenti asilo. E sulle quali la società civile sta almeno provando a …

Continua a leggere »