Home >> INFOrientarsi >> Strumenti utili >> Buone pratiche >> Progetto Fontego – VENEZIA

Progetto Fontego – VENEZIA

 

Corso di italiano per donne richiedenti asilo

Le politiche rivolte all’orientamento, alla protezione e all’accoglienza dei profughi e dei richiedenti asilo a Venezia sono nate ben prima della creazione e attivazione del Programma Nazionale Asilo (PNA) e del conseguente SPRAR. Venezia è terra di asilo fin dai primi anni novanta, quando accolse e offrì protezione ai profughi provenienti dall’ex Jugoslavia. Le azioni della Città di Venezia si sono articolate nel tempo in diversi tipi di servizi coordinati tra loro.

 

Progetto Fontego

Referente: Ivan Carlot
ivan.carlot@comune.venezia.it
Tel. 041.2747434 (segreteria); 041.2747452

Oggi la Direzione Politiche Sociali, Partecipative e dell’Accoglienza del Comune è capofila, in collaborazione con 4 enti gestori, di due progetti SPRAR destinati all’accoglienza e all’integrazione di un numero complessivo di 95 persone: il Progetto Fontego e il Progetto Fontego – Categorie più Vulnerabili. Oltre alla prima accoglienza tale progetto aiuta le persone, soprattutto le famiglie, a trovare casa anche attraverso misure di sostegno economico. Il progetto rivolto invece alle categorie più vulnerabili si avvale ancehe della collaborazione dei vari servizi di psichiatria del territorio ed è destinato alla accoglienza, cura e integrazione di persone con vulnerabilità di tipo psicologico: persone vittime di violenze e torture o di traumi dovuti alle esperienze vissute nei Paesi di origine o di transito. Dei 95 posti totali disponibili, 15 sono destinati proprio a questo tipo di persone “vulnerabili”. Attraverso il Progetto Fontego i richiedenti asilo sono anche seguiti nel percorso di presentazione della domanda con particolare attenzione al momento dell’audizione in modo che i richiedenti possano raccontare la propria storia in modo esauriente. Per quanto riguarda l’Assistenza sanitaria, i due progetti Fontego seguono le linee guida dello Sprar, garantendo l’accesso al Sistema Sanitario nazionale.

 


Sportello Richiedenti Asilo e Rifugiati

Mestre, Via Pio X, 4
Tel. 041 2747484 041 2747484 (martedì e il venerdì ore 11.00-13.00)

È un servizio “storico” del Comune di Venezia, nato nel 1994 che offre consulenza e assistenza a chi, richiedente asilo, rifugiato o in posizione di temporanea irregolarità intenda avvalersi della protezione della Convenzione di Ginevra. L’accesso è libero e gratuito e al suo interno vi lavorano operatori di formazione mista: educatori, assistenti sociali, consulenti legali, mediatori culturali e interpreti. Nel 2009 lo sportello ha incontrato 700 persone. Offre informazioni relativa a tutto quello che riguarda la richiesta di asilo o protezione internazionale, al sistema dei servizi sociali e sanitari, all’accesso al mondo del lavoro. Offre anche consulenza legale, mediazione interculturale e propone interventi specifici per persone in particolare situazione di difficoltà.

 


Centro di Documentazione – Attività di promozione e sensibilizzazione

Per informazione, appuntamenti per il Centro, contatti:
rifugiati@comune.venezia.it

Il Servizio dispone di un centro di documentazione sulla normativa e sui Paesi di origine dei rifugiati, accessibile agli operatori che lavorano con i rifugiati (ricostruzione memorie, servizi di assistenza alla Frontiera) e a studenti e ricercatori. Settimanalmente viene prodotta una rassegna stampa disponibile per chiunque ne faccia richiesta.Il Servizio si occupa di promuovere campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, campagne di comunicazione, eventi culturali, mostre fotografiche, conferenze e convegni sulla materia d’asilo anche in collaborazione con istituzioni, servizi e organizzazioni del terzo settore, scuole, università.

Vedi anche

Servizio Civile, in arrivo progetti per i giovani rifugiati

Riguarderà quasi 3.000 volontari l’Avviso annunciato dal Governo per la presentazione di progetti nell’ambito del …

2 comments

  1. Complimenti PROGETTO FONTEGO.
    Sono un ragazzo Africano ho 18 anni, vivo in Italia un’anno mi piace leggere molto le programme su internet e anche nei giornali. Ho trovato il vostro su internet però mi piace molto il vostro progetto. Vi auguri Buon lavoro e buon futuro a tutti voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *