Home >> INFOrientarsi >> Dati e ricerche

Dati e ricerche

Richiedenti asilo ed esiti in Italia, i primi dati di gennaio-settembre 2017

Fra le cinque provenienze più numerose dei richiedenti asilo, di mese in mese si sono collocate la Nigeria (prima in assoluto come nel 2016), altri Paesi africani (il Senegal, il Gambia, la Costa d’Avorio, il Mali, l’Eritrea e la Guinea), ma anche il Pakistan e il lontanissimo Bangladesh, seconda cittadinanza più numerosa tra febbraio e luglio.

Continua a leggere »

Richiedenti asilo in Italia, esiti 2017: per uno su due è ancora e sempre diniego

Rispetto al 2016 il quadro degli esiti delle domande di protezione sembra in lieve miglioramento. Ma i dinieghi continuano a superare il 50%.

Continua a leggere »

Richiedenti asilo nell’UE: giugno 2017, in fuga dalla Nigeria

Ormai alla metà dell’anno, secondo dati provvisori dell’EASO sono oltre 355 mila le domande di protezione presentate nell'”UE+” da gennaio a giugno, a livelli nettamente inferiori rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Gli ultimi dati mensili vedono al secondo posto fra i Paesi di provenienza la Nigeria.

Continua a leggere »

Global Trends 2016 e Giornata del rifugiato: il mondo celebra la sua sconfitta

33,9 milioni di rifugiati, sfollati e richiedenti asilo nel 1997, 65,6 milioni oggi: una comunità internazionale sempre più incapace di fronteggiare i “danni collaterali” di guerre, violenze e persecuzioni si ritrova a “celebrare” con queste cifre (pubblicate nel nuovo rapporto Global Trends 2016 dell’UNHCR) la Giornata mondiale del rifugiato 2017.

Continua a leggere »

Richiedenti asilo nell’UE, a due anni dall’inizio della “crisi rifugiati”

Dopo un aumento registrato a marzo, ad aprile sono tornati a diminuire i richiedenti asilo nel territorio dell'”UE+”. Ma prosegue anche il calo dell’incidenza delle decisioni positive sul totale delle domande esaminate.

Continua a leggere »

Esiti delle richieste d’asilo: se l’Italia all’incontrario va

I dati Eurostat sugli esiti delle richieste d’asilo nell’UE, disaggregati per Paese d’accoglienza, certificano per l’ultimo quadriennio 2013-2016 un trend di decisioni positive nel territorio dell’Unione Europea diametralmente opposto a quello registrato in Italia: da un lato, una proporzione di decisioni positive in crescita in Europa, dall’altro una progressiva erosione nella Penisola.

Continua a leggere »

Richiedenti asilo nell’UE, è giro di vite sulle decisioni

Tornano a crescere, per la prima volta dall’estate 2016, i richiedenti asilo nell’UE: i dati EASO di marzo per l'”UE+” riportano un aumento del 14% rispetto a febbraio. Ma intanto il primo trimestre del 2017 ha visto un crollo delle decisioni positive in prima istanza rispetto all’anno scorso: dal 57% al 43%.

Continua a leggere »

Richiedenti asilo nell’UE, 2016: l’onda lunga del 2015, la nuova geografia della segregazione

I nuovi dati Eurostat a tutto il 2016 sui richiedenti asilo nell’UE vedono ancora un consistente aumento in Germania, ma fotografano anche la pesante situazione di blocco che tende a isolare i Paesi meridionali dell’Unione.

Continua a leggere »