Home >> INFOrientarsi >> Strumenti utili >> Buone pratiche (page 13)

Buone pratiche

Progetti Sprar, chi entra e chi esce: numeri per un bilancio sociale

 Si può misurare l’efficacia di una “buona pratica diffusa” come la rete di enti locali dello Sprar? Nel 2010 sono usciti dai suoi progetti circa 2.750 assistiti. La motivazione più frequente (43% di tutte le uscite) è l'”aver portato avanti il proprio percorso di integrazione”.

Continua a leggere »

Nonsoloasilo: rifugiati in cerca di futuro

Fabrizio Floris racconta dal di dentro il progetto “Nonsoloasilo”. Si tratta di un progetto che sostiene, con un contributo erogato dalla Compagnia di San Paolo, la rete di accoglienza e accompagnamento e l’inserimento sociale e lavorativo di 40 rifugiati e titolari di protezione internazionale sul territorio della regione Piemonte, ma soprattutto supporta le persone che hanno avviato un percorso di …

Continua a leggere »

150 progetti, 128 enti locali, 4.900 persone accolte: i primi dati dell’attività Sprar nel 2011

Presentato a Roma il Rapporto 2010-2011 dello Sprar. Da gennaio a fine settembre 2011 la rete di enti locali ha accolto 4.865 persone. Nel 2011 sono 450 i posti destinati all’accoglienza delle situazioni di “vulnerabilità”: minori soli, genitori soli con bambini, malati, vittime di tortura e violenze.

Continua a leggere »

Casa di accoglienza per migranti – Istanbul

  Sono 36.000 i migranti che nel 2010 sono riusciti a guadare il fiume Evros, al confine tra Turchia e Grecia. Nei mesi estivi circa 300 persone ogni giorno, nascondendosi tra le piantagioni di girasole e di mais, tentano l’impresa. E’ un passaggio obbligato per il 90% del totale degli arrivi in Europa. Si stima che siano circa 11 milioni …

Continua a leggere »

Asti e l'”emergenza”: con l’autogestione l’accoglienza funziona

Anche nell’universo parallelo dell'”emergenza 2011″ è possibile lavorare bene, se si sa fare “rete”. Lo dimostra l’esperienza della Caritas diocesana di Asti, che a maggio ha accolto 31 richiedenti asilo somali. Caso unico almeno a livello piemontese, il gruppo di ospiti si autogestisce nell’organizzazione della struttura che li accoglie.

Continua a leggere »

Il Punto di domande – TORINO

Da luglio 2008 Torino è diventata sede di una delle Commissioni Territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale. I richiedenti asilo inseriti nello SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) ricevono supporto durante l’iter burocratico della domanda. Essendo però i posti SPRAR disponibili nettamente inferiori rispetto alle richieste, sono molti i richiedenti che non ottengono nessun sostegno. E’ nata quindi l’esigenza di un servizio che seguisse anche i richiedenti asilo non inseriti nello SPRAR a districarsi attraverso questo percorso.

Continua a leggere »

Progetti SPRAR: accolte 7.800 persone nel 2009

Ad oggi la rete Servizio di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati è una “buona pratica” che rappresenta ciò che si dovrebbe fare per tutti i richiedenti e i rifugiati che arrivano e sono accolti in Italia.

Continua a leggere »

Il Centro Naga – MILANO

Il Centro Naga di Milano opera nel terzo settore dal 1987 con particolare attenzione alle tematiche di integrazione e tutela dei diritti degli stranieri regolari e non regolari presenti sul territorio milanese. L’associazione offre servizi di tutela sanitaria e psichiatrica attraverso l’ambulatorio medico e l’unità di strada; un servizio di tutela legale offerto da avvocati volontari.

Continua a leggere »