Home >> INFOrientarsi >> Strumenti utili >> Buone pratiche (page 4)

Buone pratiche

Refugee Aid App: un’app per migliorare il sistema d’aiuti

di Marco Calabrese Refugee Aid app è una neonata applicazione, attiva da febbraio 2016. Fornisce ai rifugiati informazioni utili legate ai bisogni primari, come ad esempio dove trovare cibo, assistenza medica, o un alloggio dove dormire. Ne abbiamo parlato con Shelley Taylor, CEO di Trellyz. Refugee Aid App punta a migliorare l’efficienza degli aiuti e delle indicazioni rivolte ai rifugiati. …

Continua a leggere »

Moving stories, narrative della migrazione: il report di Vie di fuga

Vie di fuga ha partecipato alla conferenza “Moving Stories: Narratives of Migration Crossing Europe” (narrative della migrazione in Europa) di UNITED for Intercultural Action, tenutasi dal 22-27 aprile vicino a Torino.

Continua a leggere »

Torino, IMU 2016 più leggera per le case in affitto o in comodato agli organismi che accolgono rifugiati

Una “buona pratica” piccola piccola, ma pur sempre una buona pratica: la Giunta comunale di Torino, forse unica in Italia, ha deciso una riduzione dell’IMU, l'”imposta municipale unica” attualmente rimasta in vigore per le seconde case, per i proprietari che concedono queste abitazioni in affitto o in comodato a organismi affidatari di servizi di accoglienza per richiedenti asilo e titolari di …

Continua a leggere »

Refugee Phrasebook. Un frasario multilingue per una comunicazione immediata

“Refugee Phrasebook”, un frasario multilingue open source, modificabile e adattabile che fornisce parole e frasi utili per richiedenti asilo e rifugiati appena arrivati in Europa. Un frasario multilingue open source, è questo il progetto “Refugee Phrasebook” (www.refugeephrasebook.de), lanciato online da un gruppo di persone con base a Berlino. Si tratta di un frasario che raccoglie parole e frasi utili per …

Continua a leggere »

Open Migration: dati per capire

Open Migration, la piattaforma lanciata dalla CILD che, attraverso i dati, vuole sfidare gli stereotipi sulla migrazione e influenzare l’opinione e le politiche pubbliche.

Continua a leggere »

Accoglienza dei richiedenti asilo: a Trieste fa capo al Comune

Anche a Trieste, ai margini della “rotta dei Balcani”, non è “emergenza”. «Dall’inizio di gennaio tra gli aventi diritto all’accoglienza dei richiedenti asilo non c’è stato nessuno rimasto a dormire in strada per mancanza di posti letto – riferisce l’ICS -. Il numero di arrivi, che da dicembre si è attestato in media su 6-7 persone a settimana, non giustifica in …

Continua a leggere »

Dal teatro ai laboratori artigianali

A Pettinengo (BI) l’Associazione Pacefuturo ONLUS promuove l’integrazione dei giovani richiedenti asilo e rifugiati accolti attraverso il teatro e laboratori artigianali. Entrate a far parte di una comunità attraverso l’acquisizione del “sapere delle mani” Parte integrante del percorso dei richiedenti asilo e rifugiati sul territorio d’accoglienza è la formazione professionale. A Pettinengo, nel biellese, l’associazione Pacefuturo ha aperto tre scuole-laboratorio da …

Continua a leggere »

“Jaama dambé”, fra artigianato e integrazione

Il progetto “Jaama dambè” nel centro di accoglienza Baja Sunajola a Lu Bagnu (Sassari) ha l’obiettivo di trasformare il “limbo” vissuto da molti giovani migranti in un periodo di impegno piuttosto che di passività e solitudine, pensando già all’ingresso nel mondo del lavoro con le opportunità offerte dall’artigianato. Quattro i laboratori dell’iniziativa: pelletteria, intreccio sardo, musica e agricoltura.

Continua a leggere »