Home >> Attualità >> News >> Decreto di fine anno per lo SPRAR

Decreto di fine anno per lo SPRAR

Il decreto del Viminale del 28 dicembre ha assegnato risorse per nuovi progetti di 98 enti locali, per la continuazione dei progetti nel triennio 2018-2020 e per l’ampliamento della capacità di accoglienza.

Il DM del ministero dell’Interno dello scorso 28 dicembre ha assegnato le risorse per nuovi progetti SPRAR,  per la prosecuzione dei progetti per il triennio 2018-2020 e per l’ampliamento della capacità di accoglienza.

I nuovi progetti sono di 98 enti locali e coinvolgono un totale di oltre 171 Comuni, “84 dei quali – informa il Viminale – allo stato non accolgono alcun migrante”.

Il finanziamento concesso prevede l’attivazione di 2.982 nuovi posti, di cui 115 a favore di minori stranieri non accompagnati e 80 a favore di richiedenti asilo/rifugiati che rientrano nella categoria del “disagio sanitario”.

“In totale – afferma ancora il ministero – nel 2017 sono stati finanziati 260 progetti presentati da 257 enti, con un incremento della rete SPRAR di oltre il 46%”.

Sempre il DM del 28 dicembre autorizza 167 enti alla prosecuzione dei progetti per il triennio 2018-2020 e assegna contributi aggiuntivi a 46 enti locali per l’ampliamento della capacità di accoglienza per ulteriori 1.423 posti.

Collegamento

Il DM 28 dicembre 2017 (con errata corrige) e allegati (Decreto del direttore centrale Dipartimento Libertà civili e immigrazione e graduatorie)

Vedi anche

Richiedenti asilo ed esiti in Europa: per gli afghani è “asylum lottery”

La “lotteria dell’asilo” per gli afghani che cercano protezione nell’Europa “unita”, ma anche i primi dati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *