Home >> INFOrientarsi >> Strumenti utili >> Buone pratiche >> Papers. La rubrica di Melting Pot per condividere un sapere approfondito

Papers. La rubrica di Melting Pot per condividere un sapere approfondito

Papers, la nuova rubrica di Melting Pot per condividere un sapere approfondito sulle migrazioni, sull’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati e sui diritti di cittadinanza in generale.

La rubrica Papers di Melting Pot
La rubrica Papers di Melting Pot

Condividere gratuitamente il sapere specialistico è uno di quegli strumenti che profumano di democrazia e di educazione alla cittadinanza attiva. Papers” è una nuova rubrica di Melting Pot Europa che si propone proprio questo: diffondere e condividere le tesi di laurea, i papers, le ricerche e gli studi di settore che altrimenti rimarrebbero letture per pochi adepti, perché “il sapere non s’accresce se non condiviso”, come si legge nella presentazione.

L’invito è quindi quello di mettere a disposizione di tutti il proprio materiale, senza fini commerciali o di lucro, firmando una semplice liberatoria. Tutto ciò che viene pubblicato rimane sotto la “Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale CC BY-NC”.

La rubrica, ad appena due mesi dalla nascita, conta già sette titoli quali “Vite sospese. Relazione fra operatori e richiedenti asilo“, studio etnografico sul Centro d’Accoglienza Straordinaria di Trapani di Maria Concetta Barraco o ancora “I minori non accompagnati e la “crisi dei migranti””, tesi di laurea di Lucia Slot. I papers arrivano dal Piemonte, da Trapani, Roma, Genova, Bologna e persino dall’Olanda, per testimoniare che non sono solo i brevi articoli, spesso inevitabilmente parziali e superficiali, a poter essere condivisi in rete, ma anche un sapere più approfondito, inequivocabilmente più “lungo” e articolato da leggere. Approfondire rimane comunque e sempre il migliore strumento di comprensione della complessità del reale e questa rubrica rappresenta uno dei numerosi tasselli di questo viaggio.

Vedi anche

Rifugiati e lavoro: dall’UNHCR il logo “Welcome. Working for refugee integration” per le aziende

A partire da quest’anno l’UNHCR riconosce  il logo “Welcome. Working for refugee integration” alle aziende …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *