Home >> Attualità >> News >> “Partire, arrivare, restare”: a Modena il Festival della migrazione 2017

“Partire, arrivare, restare”: a Modena il Festival della migrazione 2017

L’iniziativa si svolgerà dal 20 al 22 ottobre e vedrà fra l’altro l’allestimento della mostra interattiva “In fuga dalla Siria”. Ma sono stati anche organizzati sia un “Prefestival” che un “Dopofestival” che stanno già coinvolgendo o coinvolgeranno pure Formigine e Carpi.

“Diritto al viaggio: partire, arrivare e restare” è il grande tema dell’edizione 2017 (la seconda) del Festival della migrazione.

L’iniziativa, che si svolgerà dal 20 al 22 ottobre a Modena, vedrà fra l’altro l’allestimento della mostra interattiva “In fuga dalla Siria” per i ragazzi delle scuole secondarie e per tutti i cittadini (questa proposta resterà aperta fino al 28) e si offre come un’occasione «per conoscere, riflettere, ascoltare e dare voce a chi non ne ha grazie a relatori di spessore, a dibattiti e a riflessioni che intendono accompagnare in un cammino che percorre le vie tortuose dell’umano». Al centro dell’attenzione, «aspetti spirituali e sociali, culturali e politici, giuridici e informativi, con in primo piano le storie di chi parte per arrivare e restare».

L’evento è preceduto già da questi giorni da un “Prefestival” tra Modena e Formigine e sarà seguito da un “Postfestival” sempre nel capoluogo di provincia ma anche a Carpi.

Il Festival della migrazione è promosso da Fondazione Migrantes, Associazione Porta Aperta e IntegriaMo con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Modena e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e di aziende del territorio. Sono 34 i soggetti aderenti, tra enti locali, mondo accademico, realtà ecclesiali e religiose e associazioni.

Allegato

“Festival della migrazione 2017”: il programma completo (file .pdf)

Vedi anche

Al via il master in Salute globale e migrazioni

In partenza nel 2018 a Roma un’interessante occasione di studio e approfondimento: l’Executive Master in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *