Diritto d’asilo, i primi dati europei per il 2011/1: 66.000 richiedenti in tre mesi

In Italia i richiedenti asilo aumentano, ma l’istituto di statistica dell’UE conferma ancora una volta che la pressione sul nostro Paese non è certo da record: nel solo primo trimestre 2011 in Germania i richiedenti sono stati più di 12.000 e in Francia circa 14.300, contro i circa 4.000 registrati in Italia.

Aumentano i richiedenti asilo in Italia. La prima serie Eurostat su dati 2011 segnala che nel solo primo trimestre dell’anno sono stati quasi 4.000, il 57% in più rispetto al quarto trimestre del 2010 e il 47% in più rispetto al primo trimestre 2010 (quest’ultimo è il periodo più corretto per fare raffronti, dal momento che è l’analogo stagionale del primo trimestre 2011). Oltre la metà dei richiedenti del primo trimestre 2011, quasi 2.200, sono fuggiti dalla Tunisia.

Ma l’istituto di statistica dell’UE conferma ancora una volta che la pressione sull’Italia non è certo da record se paragonata ai numeri di altri Paesi europei. In Germania nel solo primo trimestre 2011 i richiedenti sono stati oltre 12.000 (+ 29% rispetto al primo trimestre dell’anno precedente) e in Francia circa 14.300 (+ 7% rispetto al primo trimestre 2010). Superano i dati italiani anche il Belgio (7.450 richiedenti), il Regno Unito (6.400) e la Svezia (6.200).

I quasi 66.000 richiedenti che hanno chiesto protezione nei confini dell’Unione fra gennaio e marzo 2011 (+ 6% rispetto allo stesso periodo del 2010) provengono da oltre 140 Paesi extracomunitari, e soprattutto dall’Afghanistan (quasi 5.800 persone), dalla Federazione Russa (4.100 persone), dall’Irak e dalla Serbia (3.800 persone da ognuno dei due Paesi) e dal Kossovo (3.100). Oltre un quarto dei 66.000 richiedenti sono minori: oltre 12.100 bambini fino a 13 anni e pià di 4.500 adolescenti di 14-17 anni, per un totale di 16.600 under 18.

Quanto ai mesi successivi al marzo 2011 i Latest Monthly Data dell’Unhcr riportano già il numero di richiedenti  sino al mese di aprile:  circa 1.450 in Italia,  ma  quasi 4.700 in Francia e quasi 3.000 in Germania.  Per i mesi ancora successivi, quasi tutti i Paesi industrializzati hanno già fornito i dati almeno sino a giugno, ma non l’Italia, e dunque raffronti più aggiornati non sono possibili.

  Ultimo aggiornamento Domenica, 09 Ottobre 2011 21:57  
Bookmark and Share

Categorie

Archivio

Attualità

Diritto d’asilo, diritto al lavoro

Abbiamo presentato di recente un rapporto del Consiglio d’Europa sul tema “lavoro e diritto d’asilo”, un documento che non cita l’Italia. Ma che cosa succede nel Belpaese?
16 Aprile 2014

Basta con le politiche dell’emergenza. I comunicati stampa dei coordinamenti del Piemonte e della Lombardia

Le ondate di sbarchi degli ultimi mesi (ndr le ultime stime ufficiali parlano di 18.000 arrivi) hanno fatto emergere, in una maniera lampante, una contraddizione foriera di critiche e di dubbi: ancora  una volta le scelte politiche delle istituzioni italiane si stanno orientando sull’emergenza. Riportiamo qui i comunicati del Coordinamento Non solo Asilo della regione [...]
12 Aprile 2014

Asilo, i primi dati 2014 nell’Ue “allargata”

Per i primi mesi dell’anno i dati dell’Easo confermano l’elevatissima incidenza di richiedenti siriani nell’area dell’Unione europea “allargata” (i 28 Paesi membri più Svizzera e Norvegia). Ma i Balcani occidentali si confermano come la macro-regione da cui provengono più richiedenti. Il “nuovo” flusso di richiedenti dal Gambia.
12 Aprile 2014

Rimpatri: 39 le “operazioni congiunte” di Frontex nel 2013

Fra 2006 e 2013, le operazioni congiunte di rimpatrio forzato coordinate dall’agenzia per il controllo delle frontiere dell’Ue sono state 209, con 10.855 migranti rimpatriati.
07 Aprile 2014

Per un disguido tecnico…

Per un disguido tecnico, nel fine settimana il sito di Vie di fuga non è stato consultabile on line. Risolto il problema, ce ne scusiamo con tutti i lettori.
07 Aprile 2014

Storie di fuga, storie “italiane”

Una storia di guerra e di esilio raccontata dal protagonista, un giovane rifugiato del Sierra Leone. Ma anche una storia molto “italiana”: lo sbarco, il Cara, il pezzo di carta della protezione umanitaria, la liberazione dalla strada solo grazie a un incontro fortunato. E adesso, il lavoro faticoso «di ricostruire per l’ennesima volta la mia [...]
01 Aprile 2014

Tutti i muri del mondo – Iran e Pakistan

Alto tre metri e lungo 700 chilometri. Uno spessore di 90 centimetri, composto da terra e pietra, con fossati, filo spinato e postazioni della polizia iraniana per tutta la lunghezza. Questo è il muro, operativo da circa 4 anni, tra Iran e Pakistan, eretto come naturale prosecuzione della politica di protezione iniziata con la costruzione [...]
26 Marzo 2014

“Trovare lavoro ai rifugiati? Fa bene, anzi conviene”

Un rapporto della commissione Migrazione e Rifugiati dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa fa il punto sul tema “lavoro e diritto d’asilo”: i diritti sulla carta, la loro attuazione concreta e le buone pratiche presenti in alcuni Paesi.
26 Marzo 2014
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Leggi gli articoli in altri modi:

oppure
Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere la newsletter: