Home >> Attualità >> News >> Ferragosto 2015: i numeri, la cronaca. E quelle persone “di troppo”

Ferragosto 2015: i numeri, la cronaca. E quelle persone “di troppo”

Ferragosto 2015: i dati del Viminale, l'”ultima” tragedia nel Canale di Sicilia. E una chiave per riflettere sul diritto d’asilo e altri diritti…

CIAC_5_2015È stato il Ferragosto del consueto rapporto sull’attività annuale del Viminale, con alcuni dati aggiornati sull’asilo e sull’accoglienza dei migranti arrivati sulle nostre coste (175.029 questi ultimi fra l’agosto 2014 e il luglio 2015; 43.076 le domande d’asilo esaminate nel periodo, di cui oltre la metà respinte con un diniego; e 89.083 le persone in accoglienza allo scorso 31 luglio fra centri governativi, strutture temporanee e progetti SPRAR ). È stato anche il Ferragosto dell’“ultima” tragedia nel Mediterraneo.

Noi però vorremmo ricordarlo con le parole di un’associazione di Parma, il CIAC (Centro immigrazione e asilo cooperazione internazionale), tratte da una riflessione pubblicata alla vigilia di quest’estate sotto il titolo  A chi tocca l’accoglienza?. 

Sono queste: «Il diritto allo studio non finisce perché si iscrive un bambino di troppo a scuola. Si farà una classe in più. Il diritto alla salute non finisce perché arriva un malato di troppo al pronto soccorso. Ci possono essere ritardi, disservizi, carenze di aule o letti ospedalieri, e rispetto a questo si protesta, ci si lamenta e si denuncia l’inadeguatezza del sistema, ma nessuno si sognerebbe – speriamo! – di proporre come soluzione un limite di accesso alle scuole o agli ospedali, o una quota massima di alunni o di malati, ecceduta la quale si resta in strada. Per il diritto d’asilo invece nessuno di scandalizza del contrario. E la colpa, la responsabilità di essere di troppo sembra sempre più ricadere sul rifugiato e non su chi avrebbe il dovere di rendere il sistema adeguatamente capiente e attrezzato per chiunque arrivi a chiedere asilo sul territorio italiano».

Leggi anche su Vie di fuga

Sbarchi, naufragi e attraversamenti sotto il sole d’agosto

Vedi anche

Richiedenti asilo ed esiti in Italia: in crescita i richiedenti dal Bangladesh, da alcuni Paesi africani, dalla Siria e quelli under 18. Tutti i dati del “riepilogo” ufficiale 2017

Sono 10 mila in meno i richiedenti asilo esaminati rispetto al 2016. Per la prima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *