Home >> Attualità >> “Gente di Dublino”: quando i diritti passano per uno spot

“Gente di Dublino”: quando i diritti passano per uno spot

«Cerchi asilo?», «Conosci Dublino… e i tuoi diritti?». Al via la campagna di comunicazione del Cir sul Regolamento Dublino II. Nei giorni scorsi è stato proiettato un primo spot nella rete della società Centostazioni.

«Caso 1: Hai presentato richiesta di asilo in Italia ma lo Stato competente per l’esame della tua domanda è un altro». « Come avviene il trasferimento?». «Cosa puoi fare se non sei d’accordo con la decisione di trasferimento dall’Italia verso un altro Paese?». «Caso 2: Hai presentato richiesta di asilo in un Paese europeo, ma il Paese competente ad esaminare la tua domanda di asilo è l’Italia…». Così i link alla voce “Dublino nella pratica” sul sito Internet della campagna “Gente di Dublino”, lanciata dal Cir (Consiglio italiano per i rifugiati) in queste settimane.

Questo progetto di comunicazione è cofinanziato dall’Unione Europea e dal Ministero dell’Interno, viene gestito dal Cir in collaborazione con Europe Consulting e con l’Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni Europee (Aiccre) e ha l’obiettivo di fornire un’informazione capillare sul Regolamento Dublino II e sulla sua concreta applicazione.

Nei giorni scorsi, dal 15 aprile a ieri, il 21, nella rete della società Centostazioni (la società per la riqualificazione di 103 stazioni ferroviarie) è stato proiettato uno spot essenziale di 30 secondi: in dissolvenza si succedono le immagini di un dito, di impronte digitali,  le scritte «Cerchi asilo?», «Conosci Dublino?», «… e i tuoi diritti?». Poi è la volta di una mano aperta con una scritta tatuata, «Choose the right way. Let us help you», e infine viene indicato il sito Internet della campagna.

Un video più articolato di 7 minuti che contiene anche le testimonianze di due rifugiati, un uomo e una donna,  sarà invece proiettato all’interno dei Centri di accoglienza per richiedenti asilo.

Collegamento

Il sito Internet della campagna “Gente di Dublino”

Vedi anche

Il  “dossier” di Vie di fuga sul regolamento Dublino II

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>