Home >> Tutore anch'io >> “Un’assicurazione, permessi e rimborsi spese” perché i tutori possano lavorare al meglio con i loro ragazzi

“Un’assicurazione, permessi e rimborsi spese” perché i tutori possano lavorare al meglio con i loro ragazzi

Garanzie adeguate per i tutori volontari nello svolgimento dei compiti che la legge 47 ha loro attribuito: le ha chieste l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza in una nota appena inviata alle Istituzioni.

In concreto, la Garante ha sollecitato per il tutore una polizza assicurativa per la responsabilità civile (se non ancora prevista), il riconoscimento di permessi di lavoro per lo svolgimento dell’attività «alla luce dell’interesse superiore» dei minori sotto tutela, e un rimborso per le spese sostenute (l’incarico infatti è di puro volontariato).

La nota è frutto del lavoro che la “Conferenza nazionale di garanzia per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” (presieduta appunto dall’Autorità garante e composta dai Garanti regionali e delle Province autonome) sta conducendo sullo stato di attuazione della legge “Zampa” 47/2017.

Vedi anche

Basilicata, tutori critici in assemblea

Il tutore volontario di un minore non accompagnato è sicuramente «orgoglioso», come sottolinea lo spot …

One comment

  1. sono un tutore volontario di circa 8 minori non accompagnati vorrei sapere se in sicilia c’è la possibilità di qualche corso, grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *